#TORNAQUI


Arriva quel momento in cui sei lì.

Per giorni, per mesi, hai camminato sulle sabbie mobili. Hai vissuto la sensazione del vuoto sotto i piedi.

È allora che le gambe diventano molli, le mani non hanno la forza di cercare riparo.

È il male, ti manca l’aria, stai soffocando, i muscoli dello stomaco si contraggono, ti viene da vomitare ma non riesci. Il cibo non entra dentro di te ormai da tempo. Pensi alla morte. Forse davvero potrebbe arrivare.

Magari la scegli tu, ancora una volta.

Hai camminato a stento, non tocchi più i granelli di sabbia.

È allora che pensi di andare giù.

Senti già il vuoto, manca pochissimo.

C’è il buio. Stai per precipitare.

No. Non lo farai. Nemmeno stavolta.

Perché in fondo tu l’hai sempre saputo che quella piccola fiamma in realtà non si è mai spenta. È sempre stata lì, anche se flebile, piccola, impercettibile a chiunque se non a te. Dì la verità. Tu che era ancora lì lo sapevi.

Perché quel fuoco ha solo bisogno di una folata di vento per riaccendersi, con tutta la sua forza, devastante, indomabile. È il tuo fuoco che demolirà il male, la sofferenza. Li distruggerà e tu ne uscirai salva, libera, purificata.

Stavolta è arrivata lei, con la sua forza, la sua energia. Ti ha preso per i capelli, è stata violenta. È stato necessario.

Ti ha raccolto quando mancava giusto tanto così.

Ti ha riportata indietro.

Ti ha strattonato, con un’irruenza ingestibile ai più.

Solo chi si riconcilia con Madre Natura riesce ad averla.

In lei c’è tutto, è l’essenza declinata dell’antica cultura di tutti Paesi del mondo. La sua è la forza che vince.

Tu hai chiesto, lei è arrivata. E non ha preteso nulla in cambio.

Ti scoppia la testa ma sai che ce la stai facendo. A lei è bastato soffiare su quella fiammella, la tua piccola fiamma. Che era lì.

Ti sei riaccesa, eccoti. Negli occhi è tornata la luce, il fuoco scalda. Di freddo non ne avrai più.

Torna qui.

Ora nulla sarà più come prima.

Ricorda però… Questa è la volta da cui devi imparare. Niente e nessuno può di nuovo arrivare lì in fondo. Lì ci puoi andare solo tu. La chiave è una sola e mai più dovrà scioccamente scivolare dalle tue mani.

Sei ancora qui, respira, forte. E vivi. Arriva fino alla fine dei tuoi giorni sapendo di non aver mai più regalato al buio un solo secondo del dono della tua vita.