Silvia Romano è stata liberata. Una notizia inaspettata che riempie il cuore di gioia. I giorni passavano ma la speranza di rivedere il suo sorriso contagioso non è mai passata. 

La giovane cooperante milanese era stata rapita a novembre 2018 in Kenia.

Venticinque anni, lavorava per la onlus “Africa Miller” nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi.

Il tweet del premier Giuseppe Conte: “Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia”.

L’Italia riabbraccerà una delle sue ragazze migliori, laureata in mediazione linguistica. Ma soprattutto un cuore coraggioso e altruista, al servizio dei più piccoli e dei più deboli.

Le prima parole di Silvia sono state: “Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l’ora di tornare”.

È vero, la vita a volte tradisce, fa cambiare inaspettatamente e crudelmente strada ma la resistenza di Silvia e la perseveranza dell’intelligence italiana che non ha mai smesso di lavorare e di crederci hanno riportato una vittoria che scalda il cuore. Soprattutto in questi giorni difficili.

Bentornata alla vita, Silvia! 

Silvia, ti aspettiamo in Italia!

Pubblicato da Giuseppe Conte su Sabato 9 maggio 2020